Banco di Napoli – Opinioni

Tramite questa pagina è possibile leggere le opinioni sul Banco di Napoli pubblicate dai clienti sul sito.

Banco di Napoli fa parte del gruppo Intesa-Sanpaolo, che a sua volta nasce dalla fusione nel 2007 tra Banca Intesa e Sanpaolo IMI. Si tratta attualmente del primo gruppo bancario in Italia con una capitalizzazione in borsa di oltre 50 miliardi di euro.

banco di napoli opinioni

Banco di Napoli è stato acquisito da Sanpaolo IMI nel 2002 e successivamente a tale operazione, la sua struttura territoriale ha subito un certo dimagrimento, in quanto sono state tagliate tutte le filiali dell’istituto, prima presenti anche nell’Italia del Nord e del Centro, in quanto andavano a sovrapporsi a quelle della banca acquirente.

Negli anni Novanta, il Banco di Napoli fu oggetto di un salvataggio a opera dello Stato, che al contempo diede origine a una cosiddetta bad ban”, un istituto al quale furono accollati tutti i crediti a rischio, in modo da pulire il bilancio della banca buona, la qual beneficiò anche di una ricapitalizzazione, oltre che del cambio dei vertici.

Vediamo adesso quali servizi offre Banco Napoli. Conto Facile consente con il pagamento di un canone mensile di 8 euro di ricevere l’accredito dello stipendio o della pensione, la domiciliazione delle utenze domestiche, di ricevere in quantità illimitata libretti degli assegni. Con la sottoscrizione del contratto tramite Internet, oppure tramite smartphone, il canone è azzerato. Inoltre, se hai meno di 26 anni, il canone di Conto Facile non si paga. Per coloro che abbiano almeno 65 anni di età è prevista l’adesione gratuita all’iniziativa Salute Senior, che consente l’accesso a 2.300 strutture mediche, tra centri diagnostici, cliniche, case di cura e studi odontoiatrici sparsi in tutta Italia.

Si consiglia caldamente di approfittare delle varie possibilità previste per non pagare il canone, altrimenti il costo mensile di 8 euro appare obiettivamente troppo elevato. Farebbero 96 euro l’anno e per meno di un terzo si trovano il più delle volte conti correnti presso istituti concorrenti.

Il Conto Base, invece, si ha a favore delle fasce socialmente svantaggiate, in ottemperanza a un’intesa siglata tra il Ministero delle Finanze e l’Associazione bancaria italiana. Risulta essere rivolto a coloro, il cui reddito mensile non superi i 1500 euro e quello annuale i 18000 euro netti. Non possono accedere a tale conto chi sia già cliente di Banco Napoli. I servizi offerti prevedono la possibilità di prelevare contante in filiale o presso gli ATM, di versare contante o assegni in filiale o presso gli ATM, di effettuare operazioni di addebito diretto nazionale o presso l’area Sepa, di inviare o ricevere bonifici.

Libretto Flash è, invece, il libretto di risparmio per i minori di 18 anni, che consente ai genitori di accumulare i risparmi dei figli, i quali, se possiedono almeno 12 anni di età, possono anche iniziare a amministrare il denaro loro intestato, pur nei limiti prestabiliti dai genitori o dai tutori. Consente anche ai genitori o tutori di richiedere il servizio di internet banking per i figli, sempre se di età almeno pari a 12 anni e limitatamente alla rendicontazione. Consente ancora ai genitori o tutori di richiedere gratuitamente per i figli di almeno 12 anni una Carta Libretto per prelevare e versare contante presso gli ATM del gruppo bancario Intesa-Sanpaolo ed entro i limiti stabiliti per il libretto medesimo.

Libretto Pensione per Te è dedicato ai titolari di una pensione, che non vogliano, tuttavia, aprire un conto corrente. Con esso possono prelevare e versare contante e consultare i movimenti e il saldo. Disponibili anche i servizi internet o da cellulare o telefono.

Banco Napoli è anche attivo nell’erogazione di mutui, prestiti personale e fideiussioni. Tra i primi troviamo Mutuo Domus, centrato sui bisogni del cliente, che offre soluzioni personalizzate. Si tratta di un prodotto flessibile, chiaro, completo e conveniente. Per chi abbia un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, c’è l’Offerta Superflash, disponibile nella modalità mutuo a tasso fisso o variabile, la cui durata minima è di 10 anni e massima di 40 anni per il tasso fisso, di 10-30 anni per quello variabile, al netto del periodo di prea mmortamento. Le rate possono essere sospese fino a 6 mesi consecutivi e il finanziamento può essere allungato o accorciato fino a un massimo di 10 anni, se si sceglie il tasso variabile, di 5 anni, se si opta per il tasso fisso. Questo mutuo è accessibile ai lavoratori atipici, stipulando l’apposita polizza di 10 anni e senza costi aggiuntivi.

Simulando un mutuo di durata quarantennale e dell’importo di 100.000 euro, il TAN sarebbe oggi del 2,70% con l’opzione tasso fisso, il TAEG del 2,881%. Per la variante del tasso variabile, il TAN sarebbe dell’1,594% e il TAEG dell’1,794%.

Analizzando tra i prestiti personali PerTe Prestito Facile Superflash, anch’esso rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni, scopriamo che esso è accessibile anche a chi non ha un lavoro stabile, che abbiano lavorato almeno 18 mesi negli ultimi 2 anni. La durata minimo di questo finanziamento è di 2 anni, quella massima di 10, oltre al cosiddetto preammortamento, ossia il lasso di tempo tra l’erogazione del prestito e il pagamento della prima rata.

L’importo minimo finanziabile è di 2000 euro, quello massimo di 30000 euro. Le rate sono mensili e il tasso è fisso. Risulta essere possibile richiedere il posticipo del pagamento di una rata per ogni anno di durata del prestito successivo al primo. Dunque, un finanziamento di 48 mesi consente di richiedere di posticipare fino a tre rate in tutto.

Banco di Napoli

Banco di Napoli
0

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *